sabato 28 marzo 2015

Un Progetto Interrotto e Riparato


Il Pallet come metafora della vita in una mostra a Pula (CA)

Ha partecipare alla mostra sono state oltre mille persone fra sardi e turisti, evento organizzato presso il convento dei frati cappuccini di Fra Nazareno in località Is Molas, nel comune di Pula (CA).
L'ideatore del progetto, il Gruppo Carìa srl di Villasor (CA), riparatore omologato EPAL attivo in tutta l'isola, aveva come principale obiettivo quello di dimostrare come con il pallet si possa arredare completamente casa, dagli ambienti interni a quelli esterni; alla base del progetto, la creatività di Rita Marongiu che supportata dal suo team di collaboratori ha realizzato i vari sistemi di arredo.
Terminata la mostra alcuni dei mobili utilizzati sono stati lasciati in omaggio al convento, mentre la maggior parte arreda oggi una casa rurale della famiglia, situata nel Campidano, divenuta un piccolo show room espositivo.
Il messaggio contenuto in questo progetto, precisa la Marongiu, va oltre ad un'aspetto tecnico che mostra come con i pallet si possa realizzare di tutto, e vuol far riflettere sull'importanza di non dare per scontato il valore della case, di come la arrediamo, di quanto sia specchio e destino di noi stessi. Pensare prima di comprare, pensare prima di buttare.
Il protagonista della mostra è stato il pallet, capace di rigenerarsi, di nuova vita, di essere riparato e riprendere il cammino interrotto.
La mostra è stata dedicata a Gianni, il marito di Rita, scomparso prematuramente.


Fonte: Imballaggi & Riciclo
www.ribopallets.com